venerdì 4 marzo 2011

non serve un pene tanto grande per fare un buon sesso,


1 - Vescica
2 - Osso pubico
3 - Pene
4 - Corpo cavernoso
5 - Glande
6 - Prepuzio
7 - Uretra
8 - Colon sigmoideo
9 - Retto
10 - Vescicola seminale
11 - Dotto eiaculatore
12 - Prostata
13 - Ghiandole di Cowper
14 - Ano
15 - Dotto deferente
16 - Epididimo
17 - Testicolo
18 - Scroto


non serve un pene tanto grande per fare un buon sesso

Perché gli uomini continuano a temere in gran misura che le dimensioni del loro pene non siano adatte? In gran parte perché sbagliano il metro di misura. Innanzitutto sono abituati a credere a falsi miti appresi tramite la pornografia, che pone come mito sessuale solo uomini superdotati che hanno per di più rapporti sessuali finti e costruiti a tavolino. Questi uomini superdotati non sono la normalità ma solo un’eccezione. Confrontarsi con l’eccezione vuol dire condannarsi ad essere sempre in svantaggio, è come se mi considerassi basso prendendo come metro di paragone solo quelli alti più di due metri! Per un confronto deve essere invece preso in considerazione il valore medio della popolazione. Le dimensioni standard del pene, ovvero relative alla media della popolazione evidenziano una dimensione a riposo pari a 8-10 cm in lunghezza (dalla radice dorsale del pene alla punta). In erezione, invece, la lunghezza media varia tra i 12 e i 16 cm con una circonferenza pari a 12 cm. In particolare un pene per essere definito piccolo, o come viene scientificamente detto micropene, deve avere una dimensione in erezione sotto i 7 cm e solo il 3% degli uomini rientra in questa categoria. Questo perché un pene con tali dimensioni non riesce a penetrare agevolmente la cavità vaginale. Essendo le dimensioni del canale vaginale a riposo di circa 7,5 cm un pene, che in erezione ne misura mediamente il doppio, non avrà particolari difficoltà durante il coito.


Altro metro di paragone totalmente sbagliato è paragonare il proprio pene con quello degli altri uomini intorno. La percezione che un uomo può avere del proprio organo genitale è “visivamente” distorta se lo confronta con un altro simile posizionato di fronte. L’auto-osservazione, se non effettuata allo specchio rimanderà costantemente una prospettiva completamente differente (alto-basso) rispetto a quanto osservato frontalmente. Il pene di chi abbiamo di fronte apparirà inevitabilmente più allungato e proporzionato.
Un pene troppo lungo non è assolutamente un vantaggio, anzi può causare fastidio nella partner.
Oltretutto le zone erogene femminili non si situano esclusivamente nella vagina. Perciò non sono solo le dimensioni a determinare l’intensità del piacere femminile. Carezze, tenerezza e disponibilità all’ascolto sono altrettanti fattori di fondamentale importanza, non c’è solo la stimolazione vaginale.
La concentrazione di terminazioni nervose che causano sensazioni piacevoli durante l’attività sessuale giacciono intorno all’entrata della vagina. Molto importante per la donna è la stimolazione del Clitoride che è esterno. Alcuni studi hanno rilevato che porzioni del clitoride si estendono nella vulva e nella vagina, formando il famoso Punto G, ma queste sono ubicate nella zona della parete vaginale anteriore a circa 5 cm di profondità. Quindi non serve andare tanto in fondo per stimolare le zone erogene femminili. Dunque non serve un pene tanto grande per fare un buon sesso, ma solo una buona “testa”!

LEGGI ANCHE
 UN PICCOLO AIUTO NATURALE



NON SERVE UN PENE GRANDE PER SODDISFARE UNA DONNA








Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati , guarda : www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog Amici

E-BOOK

Sosteniamo Mundimago

Poni una Domanda e Clicca il bottone Bianco


CLICCA QUI SOTTO
.



Google+ Followers

Visualizzazioni totali